Quando le galline smettono di fare le uova: le soluzioni

Può succedere che le galline durante l’anno abbiano dei periodi in cui la produzione di uova subisce delle interruzioni oppure dei rallentamenti, come quando l’animale cambia il piumaggio o quando cambiano le temperature. Se le galline sono in salute, un cambiamento nella deposizione delle uova può essere dovuto a vari motivi, che possono essere raggruppati in tre diverse macro-aree.

Alimentazione

L’alimentazione influenza la produzione della uova. Infatti l’alimentazione deve fornire tutte le sostanze nutritive che servono alle galline, tenendo presente che la gallina è un animale onnivoro e che quindi la sua dieta non deve solo essere composta da grani o da erbe, ma anche da proteine, che possono venire dai legumi, presenti nei mangimi, oppure da lombrichi o vermetti che la gallina trova in terra quando le viene permesso di razzolare fuori dal recinto del pollaio. Per questo il consiglio è quello di affiancare a un mangime completo – cioè quel mangime che contiene tutte le sostante nutritive necessarie all’animale e che deve essere sempre disponibile insieme all’acqua – un’alimentazione “libera”: alla gallina deve essere permesso di uscire dal recinto, di modo da nutrirsi di quello che preferisce e trovare quello di cui a bisogno; per esempio una gallina che senta di avere una carenza di calcio – elemento importantissimo affinché le uova abbiano un guscio adeguatamente robusto – beccherà i sassi.

Temperatura

Il periodo dell’anno in cui ci si trova influenza la produzione di uova. In inverno e in estate – in particolare nei periodi di maggiore freddo oppure di maggiore caldo – avviene nelle galline un rallentamento fisiologico nella deposizione delle uova. Per aiutare le galline, oltre che garantire loro un’alimentazione con tutti gli elementi nutritivi necessari come detto prima, con il freddo si possono aumentare le calorie che vengono fornite agli animali, proporre loro acqua calda e e isolare il pollaio; con il caldo invece si deve garantire tanta acqua fresca, meglio se corrente, e ombreggiare il recinto.

Se volete dei consigli per la gestione dell’alimentazione delle galline in inverno, qui c’è un video:

Psicologia

Gli animali non sono esseri razionali, però “subiscono” alcune situazioni, cioè alcuni avvenimenti influenzano il loro comportamento. Così avviene anche per le galline. Per esempio quando la gallina non si sente protetta perché magari ci sono altri animali, come dei cani, che continuano a tornare fuori dal recinto e a rumoreggiare oppure se di recente c’è stata l’incursione di qualche predatore, come una volpe, nel pollaio o ancora se ci sono delle lotte interne tra le galline – sono animali gerarchici – la produzione di uova ne può risentire. È quindi importante creare un ambiente il più tranquillo e il più protetto possibile.

Ecco un video riassuntivo:

mattthefarmer

Ciao sono Matt, un amante della natura, dell'orto e giardinaggio. Qualche anno fa ho preso un terreno abbandonato trasformandolo nella mia piccola fattoria personale dove allevo galline, coltivo ortaggi e frutta. Racconto tutta la mia storia sui social: quotidianamente sono Instagram e Facebook e due volte a settimana su Youtube. Sei anche tu un Farmer? Entra a far parte dei nostri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *