Come fare l’orto invernale | Tutto quello che devi sapere [VIDEO]

L’orto estivo sta donando gli ultimi ortaggi, quindi è ora di incominciare a pensare a cosa piantare questo autunno e raccogliere questo inverno.
Facendo quattro chiacchiere sui miei social (Gruppo Fb, Instagram), mi sono accorto che molti non piantano nessun ortaggio in inverno e non hanno proprio preso in considerazione l’idea di provarci. Ho chiesto le motivazioni ed erano varie: ricomincia il lavoro, non so cosa piantare, con il freddo muore tutto, fa freddo e non voglio uscire e così via.
Naturalmente, da bravo farmer, voglio svelare che l’orto invernale, a mio avviso, è molto più semplice da gestire rispetto all’orto estivo.

I motivi? Beh, sono semplici, una volta preparato il terreno e piantato gli ortaggi, la manutenzione da fare è pochissima. Qualche ortaggio avrà bisogno di una serra, che obbliga ad uscire dal tepore casalingo, ma darà parecchie soddisfazioni.
Ma proviamo a vedere che cosa implica fare l’orto d’inverno (e quali sono i suoi vantaggi):

  1. Basta innaffiare: il bello che d’inverno non si deve quasi mai innaffiare.
  2. Niente afidi! Ebbene sì, gli insetti e parassiti non sono più un problema, non ci sono; al limite si può avere problemi con i funghi.
  3. Pochi lavori di manutenzione: le ore di lavoro sono dimezzate, perché le infestanti sono quasi inesistenti, visto che la natura dorme; quindi, se si progetta bene alla partenza, il lavoro sarà davvero minimo;
  4. Una continua produzione in ogni istante:

Come avrai potuto notare mi piace proprio fare l’orto d’inverno! Voglio lasciarti qualche consiglio su come impostare bene l’orto invernale:

  1. Scegli la giusta tipologia di orto:
    • orto rialzato: qualcuno lo considera una perdita di tempo, ma i vantaggi sono innumerevoli. Il poter gestire la terra come credi (si può decidere la quantità di sostanze in base ortaggio che si coltiva), il poter controllare meglio le infestanti, la minore confusione nell’orto, la creazione di serre mirate. È un metodo valido, ti insegno a crearlo in questo video tutorial:
    • orto a proda: è una tecnica antica e utilizzata dai nostri nonni. Ci sono vari vantaggi tra cui la velocità nella creazione, l’assenza di ristagno idrico, l’ordine. Ti mostro come ho fatto a crearlo:
  2. Usa la pacciamatura: è la coperta delle tue piantine. Ha innumerevoli qualità, tra cui la più preziosa è quella isolante: infatti, ripara le piantine dal freddo e gelate. Attenzione, però: usa paglia e non i teli neri (vanno bene solo d’estate).
    Approfondisci l’argomento guardando il video:
  3. Usa ortaggi del tuo territorio: non voler coltivare ortaggi di paesi lontani, punta al locale! Gli ortaggi del tuo territorio solo migliori perché cresciuti e adatti non solo al clima ma anche al terreno dove vivi. Quindi per ridurre lo sforzo e massimizzare la resa fai un orto con almeno l’80% di questi ortaggi.
  4. Acqua? Stai sempre attentissimo a dare da bere all’orto, perché corri due rischi: il primo che dopo aver innaffiato piova, quindi ci sia una sovrabbondanza d’acqua, e come risultato ottieni il marciume; il secondo è che l’acqua geli e quindi che crei danni gravi.

Arrivato a questo punto ti starai facendo la domanda più importante: cosa posso coltivare in inverno? Per risponderti al meglio ho creato un video dove ti mostro cosa coltiverò quest’anno, lo trovi qua sotto.

mattthefarmer

Ciao sono Matt, un amante della natura, dell'orto e giardinaggio. Qualche anno fa ho preso un terreno abbandonato trasformandolo nella mia piccola fattoria personale dove allevo galline, coltivo ortaggi e frutta. Racconto tutta la mia storia sui social: quotidianamente sono Instagram e Facebook e due volte a settimana su Youtube. Sei anche tu un Farmer? Entra a far parte dei nostri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *