Riparare il tosaerba elettrico | Piccolo trucco

L’altro giorno mio padre mi ha chiesto quale tosaerba elettrico comprare, perché il suo era “rotto”. Allora mi sono messo a cercare e ne ho trovati di abbastanza buoni e a buon prezzo (questi sono alcuni: il migliore, il più economico, il più pratico).
Mentre cercavo mi sono chiesto però che cosa intendesse mio padre per “rotto”; effettivamente, da “buon” uomo del XX secolo quale sono, quando una cosa non funziona la prima cosa che mi viene in mente è di comprarne una nuova. Però, forse, il tosaerba di mio padre poteva essere riparato; quindi, armato di buona volontà, sono andato a prenderlo con l’intento di capire come fare.

La prima cosa che ho fatto è stato attaccarlo alla corrente e vedere cosa succedeva; la lama non partiva, ma si sentiva un ronzio, come di un motore che è alimentato. Ho capito subito che il problema di quel tosaerba era il condensatore.

Un uomo che ha commesso un errore e
non lo ha riparato,
ha commesso un altro errore.

Confucio

Il condensatore è un componente elettrico con il compito di immagazzinare energia per rilasciarla. Uno potrebbe pensare a una batteria, e ci siamo vicini: è una batteria che si carica e scarica molte volte in un minuto. Per farti capire meglio guarda questa foto:

Come puoi vedere nel tempo tH (che ho chiamato 1) il condensatore carica, nel tempo tL (che ho chiamato 2) scarica. Proprio per queste sue caratteristiche viene utilizzato soprattutto accoppiato ai motori, che in partenza hanno bisogno di una bella spinta.
Come nel tosaerba, puoi trovare il condensatore nella lavatrice (quando non parte la centrifuga), nella lavastoviglie etc.

Nel nostro caso aprendo il tosaerba mi sono accordo che il condensatore era scoppiato; purtroppo la qualità di questi condensatori è veramente pessima, quindi scoppiano spesso.
Cambiarlo è stato facilissimo, perché si può usare la polarità che si vuole, visto che la corrente è alternata, cioè non serve stare attenti al positivo o negativo del condensatore.

La spesa di tutto questo? Davvero irrisoria: ho speso solo 4,5€ e impiegato 10 minuti di lavoro. Naturalmente già che c’ero ne ho approfittato per affilare la lama e fare un po’ di manutenzione come puoi vedere nel video qua sotto:

mattthefarmer

Ciao sono Matt, un amante della natura, dell'orto e giardinaggio. Qualche anno fa ho preso un terreno abbandonato trasformandolo nella mia piccola fattoria personale dove allevo galline, coltivo ortaggi e frutta. Racconto tutta la mia storia sui social: quotidianamente sono Instagram e Facebook e due volte a settimana su Youtube. Sei anche tu un Farmer? Entra a far parte dei nostri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *